• 05/10/2018 - Eccovi il Comunicato Stampa per Assassin's Creed Odyssey

    assassins creed odyssey

    Da giorno 5 gli amanti della saga di Assassin's Creed possono mettere le mani sull'ultimo arrivato della famiglia. Assassin’s Creed Odysseyè infatti ormai disponibile per PlayStation 4, Xbox One e PC(il titolo è stato dotato inoltre di feature aggiuntive per le piattaforme PS4 Pro e Xbox One X).

    Eccovi i dettagli del Comunicato Stampa:

    Assassin’s Creed Odyssey è ambientato nell'antica Grecia durante l'epoca d'oro di Atene, sullo sfondo di uno dei conflitti più spietati della storia, la Guerra del Peloponneso. Nei panni di Alexios o Kassandra, un mercenario spartano reietto, i giocatori intraprenderanno un viaggio epico, in un mondo vivo e sistemicamente aperto, dove scopriranno la verità sul loro misterioso passato e diventeranno leggendari eroi greci.

    Assassin’s Creed Odyssey è il prossimo passo nella trasformazione della serie Assassin’s Creed in un RPG open world, dove le decisioni e le scelte consentono ai giocatori di vivere un’esperienza unica e personale. L'inedito sistema di dialoghi interattivi offre ai giocatori maggiore libertà e più opzioni su come interpretare il proprio personaggio. Queste scelte influenzano ogni avventura in maniera differente, permettendo allo stesso tempo lo sviluppo di una trama intensa, piena di personaggi unici e obbiettivi significativi. I giocatori troveranno, livelleranno e miglioreranno le proprie armi, oggetti e abilità, lanciandosi in battaglie campali tra Sparta e Atene. Il ritorno del combattimento navale open world permette di esplorare il mare aperto, scoprire luoghi inesplorati, personalizzare la propria nave da guerra e reclutare membri dell'equipaggio con caratteristiche uniche. I giocatori si troveranno davanti figure leggendarie, statue famose e creature mitologiche. Con l'intera nazione greca da esplorare, dalla sua cintura vulcanica alle idilliache spiagge bianche, vivranno l'esperienza di un mondo antico che reagisce a ogni loro decisione e si evolve costantemente.

    Per i giocatori che entrano nel glorioso mondo dell'antica Grecia e desiderano continuare a progredire con nuovi contenuti, il lancio di Assassin’s Creed Odyssey è solo l'inizio. Il piano di aggiornamenti per il titolo è il più esteso e ambizioso della serie e si prefigge di approfondire la narrazione con una struttura a episodi. I possessori del Season Pass avranno accesso a due trame, di tre episodi ciascuna, mentre tutti i giocatori riceveranno le story mission gratuite intitolate The Lost Tales of Greece. I giocatori possono tuffarsi nei nuovi episodi quando escono, oppure vivere l’avventura epica nella sua interezza dopo che sono tutti disponibili. Il Season Pass include inoltre Assassin’s Creed III Remastered e Assassin’s Creed Liberation Remastered.

    Fino al 5 dicembre, i giocatori di Assassin’s Creed Odyssey con Twitch Prime riceveranno gratuitamente come bonus speciale il Pacchetto pirata dell’Egeo. Esso include un set di armatura raro, una skin per la nave, un tema piratesco per la ciurma e una skin per il cavallo, Phobos.

  • 14/11/2017 - Il ritorno di: L.A. Noire.

    la noire

    Attraverso un comunicato stampa ufficiale Rockstar Games ci ha annunciato l’uscita ufficiale (in data 14/11/2017) di alcune nuove versioni restaurate del leggendario thriller poliziesco L.A. Noire su Nintendo Switch, PlayStation 4e Xbox One.

    L. A. Noire è un violento thriller poliziesco, ambientato nella Los Angeles degli anni '40.

    Cole Phelps è un detective dell'LAPD che vive in una città arricchita dal boom economico della Golden Age di Hollywood del dopoguerra, una città che sta diventando vittima di se stessa. La corruzione dilaga, il traffico di droga sta per esplodere e gli omicidi sono all'ordine del giorno. Cercando di far carriera senza scendere a compromessi, Phelps deve scoprire la verità che si cela dietro incendi dolosi, giri di estorsioni e brutali assassini, affrontando la feccia di L.A. e i suoi stessi colleghi fino a rivelare un segreto che potrebbe scuotere dalle fondamenta una città alla deriva.

    Grazie all'utilizzo di una spettacolare nuova tecnologia di animazione dei volti, in grado di catturare i dettagli delle più piccole espressioni facciali di un attore, L.A. Noire mescola un'azione mozzafiato con approfondite sessioni di indagini e di interrogatori, per offrire un'inedita esperienza di gioco. Dovrai risolvere crimini efferati e sventare complotti e cospirazioni ispirati a reali crimini compiuti nella Los Angeles del 1947, uno dei periodi più violenti e bui nella storia della Città degli Angeli! Cerca indizi, dai la caccia ai sospetti e interroga i testimoni per raggiungere la verità in una città dove tutti hanno qualcosa da nascondere.

    Eccovi allora i dettagli delle varie edizioni:

    -       L.A. Noire per Nintendo Switch include il gioco originale completo e tutti i contenuti scaricabili aggiuntivi, oltre a novità specifiche come una modalità Joy-Con con comandi di movimento che sfruttano il giroscopio, il Rumble HD e le nuove visuali ampia e ravvicinata dietro le spalle, senza dimenticare i comandi touch contestuali che ti permetteranno di portare le tue indagini sempre con te

    -       Le versioni di L.A. Noire per PlayStation 4 e Xbox One comprendono il gioco originale completo, tutti i contenuti scaricabili aggiuntivi e una serie di accorgimenti tecnici che migliorano il realismo e la resa grafica, come nuvole più realistiche ed effetti di luce migliorati, nuove angolazioni di visuale, texture in alta risoluzione ed altro ancora. Queste versioni riescono a catturare in modo perfetto l’anima oscura e nascosta della Città degli Angeli grazie a una risoluzione a 1080p nativi su Playstation 4 e Xbox One e uno spettacolare 4K su Playstation 4 Pro e Xbox One X.

    Oltre questo i ragazzi di Rockstar Games ci fanno sapere che dal mese di dicembre verrà resa disponibile una versione per la realtà virtuale del gioco L.A. Noire: The VR Case Files. Questo titolo su HTC VIVE comprenderà sette casi presi dal gioco originale, rielaborati appositamente per questa esperienza virtuale.

     

    Fonti:

    www.rockstargames.com/lanoire

    https://www.nintendo.it/index.html

  • 17/11/2017 - Si vola nuovamente in una galassia lontana, lontana con: Star Wars: Battlefront 2

    Star Wars Battlefront II Starfighter Assault

    Il primo Star Wars: Battlefront fu un gioco che, malgrado qualche difetto, riuscì a fare ben più che semplice fan service. Infatti grazie ad una struttura di gioco facilmente accessibile ma comunque in grado di premiare l’impegno su campo e all’alto numero di giocatori online in contemporanea riuscì a conquistare molti videogiocatori, tranquillamente disposti ad abbandonare la vita sociale pur di portare avanti qualche maestosa e futuristica battaglia campale. Il vero punto debole dell’intera esperienza era però rappresentato dalla mancanza di una campagna single player che, malgrado mancasse per scelta, fu comunque rimpiante e richiesta a gran voce da molti.

    I ragazzi di Criterion e DICE dimostrano con questo Star Wars: Battlefront 2 di voler venire incontro a questa fetta di utenza ed, oltre a fornirci un gioco la cui vocazione per il multiplayer rimane evidente e ben congeniata, vuole anche fornire una valida, divertente e spettacolare campagna per giocatore singolo.

    In questo articolo cercheremo quindi di analizzare proprio questa componente l’asciando invece da parte quella multiplayer. Per quest’ultimo elemento vi diremo solo che i miglioramenti dal primo capitolo sono stati fatti sotto molti aspettie l’attenzione nel migliorare gli scontri PvP sembrano davvero essere stati molta.

    Partiamo quindi dalla trama che, malgrado forse una scrittura non troppo articolata e complessa si mostra comunque di buona fattura e perfettamente godibile, certo non ai livelli delle trilogie filmiche ma del tutto in grado di dettagliare le vicende dell’eroina imperiale Iden Versio;l’impressione sarà proprio quella di trarsi in uno dei vari spin-off di questa vasta (e lontana, lontana) galassia.

    La star degli eventi non sarà altro che una “semplice” soldatessa (NDR: appartiene in realtà all’elitè degli infiltratori, da cui le virgolette d’obbligo) e, le sue vicende, pur non coinvolgendoci a livello empatico/umano, riescono a funzionare perfettamente ed a fungere da utile pretesto per trascinarci in giro per la galassia ad affrontare una valanga di situazioni variegate, divertenti e, soprattutto, altamente spettacolari.

    SWBFII Reveal Screenshot 3 SP

    A fare da sapiente corollario ci penseranno poi: il magistrale fan service atto a riempire l’universo di rimandi e citazioni varie, una manciata di interessanti missioni in grado addirittura di aggiungere qualcosina all’universo espanso di Star Wars senza rischiare di tradirlo ed adirare così i fan sparsi nel globo, ed una caterva di personaggi interessanti e ben caratterizzati (tra nemici e coprotagonisti).

    A rendere il piatto parecchio gustoso ci penserà poi la variabilità delle missioni. Esse infatti riescono a passare in scioltezza dai classici scontri a fuoco terrestri ricchi di mezzi ed affini da poter utilizzare (NDR: che rappresentano l’anima vera dell’esperienza di gioco sia in singolo che in multiplayer) agli scontri tra TIE, X-Wing e navi spaziali di varia categoria, una manciata di missioni totalmente atipiche ed addirittura una spruzzata di elementi stealth!

    Cercando di tirare le somme su questo Star Wars: Battlefront 2 risulta impossibile negare gli evidenti miglioramenti rispetto al primo capitolo di qualche anno fa, seppur l’esperienza in multy non venga rivoluzionata ne stravolta i passi avanti sono stati fatti e, come ciliegina sulla torta, ci si ritrova questa volta con una modalità campagna in grado di regalarci intorno alle otto, nove ore di divertimento. Una coloratissima ciliegina sulla torta che, se affiancata alle tonnellate di ore che potremmo spendere online, non può che non essere apprezzata ed accolta con giubilo.

    star wars battlefront II

    Prima di salutarci vediamo di spendere qualche parola anche sul comparto tecnico che si mostra davvero maestoso! Parlando del mercato console infatti raramente ci si è trovati davanti ad un lavoro così certosino e curato (ovviamente qualche imperfezione o dettaglio fuori posto è comunque presente).

    Tutto ciò che vedrete in-game è perfettamente in grado di competere visivamente con la controparte su cellulosa in modo magnifico e, che ci si trovi nello sconfinato spazio, in una foresta o in una zona urbana, tutto sembra essere al posto giusto. Ad impreziosire il tutto ci penseranno poi una stabilità visiva priva di cali anche nei momenti più concitati ed una gestione delle luci, come anche una realizzazione degli effetti visivi, in grado di rendere il tutto ancora più sbalorditivo. Anche la componente audio risulta poi valida ed ulteriormente impreziosita da un doppiaggio nella lingua nostrana di buon livello, perfettamente in grado di soddisfare i non anglofoni tra di voi!

    Insomma, se non riuscite ad aspettare qualche mese l’arrivo del prossimo capitolo della lunga epopea galattica o se l’idea di far parte di quegli scontri con cui, volenti o nolenti, siamo cresciuti un po’ tutti questo Star Wars: Battlefront 2 ègià tra di noi, cosa aspettate ancora (vi ricordiamo che il titolo è disponibile da giorno 17/11/2017 su Pc, Xbox One, Playstation 4 ma se davvero volete apprezzarne l’estetica sappiate che rende al meglio su Xbox One X e Playstation 4 Pro).

     

    Fabrizio Fortuna - JeruS

  • 18/02/2020: Bayonetta & Vanquish 10th Anniversary Bundle [Comunicato Stampa]

    bayonetta e vanquish 10th anniversary mkjj.960
     
    Bayonetta & Vanquish 10th Anniversary Bundle è da poco arrivato sugli scaffali per PlayStation 4 e Xbox One (l'uscita è stata il 18/02/2020). Questa raccolta include i due grandi giochi d'azione firmati PlatinumGames usciti la prima volta ben 10 anni fa.  Questa bundle sarà disponibile sia in versione fisica (in edizione steelBook) che digitale e per l'occasione i titoli appariranno rinnovati dal punto di vista tecnico e dotati di alcuni bonus.
     
    Dal Comunicato Stampa Ufficiale leggiamo infatti che "non c'è modo migliore per festeggiare il decimo anniversario di due giochi pieni d'azione con il bundle Bayonetta & Vanquish 10th Anniversary, disponibile su PlayStation 4 e Xbox One! Con una risoluzione 4K a 60FPS su PlayStation 4 Pro e Xbox One X, Sam Gideon e Bayonetta sono più in forma che mai!"
    Parlando delle versioni fisiche e digitali il comunicato ci fa sapere invece che  "l'edizione fisica, Launch Edition, avrà entrambi i giochi confezionati in una custodia SteelBook in rilievo con la nuovissima copertina prodotta da Weapons Van e supervisionata dal Director di Bayonetta, Hideki Kamiya, e Sega"; in merito alle edizioni digitali invece si avranno: "il tema del decimo anniversario di Bayonetta e Vanquish: celebra il decimo anniversario con un tema che mostra la nuovissima copertina. Disponibile per un periodo di tempo limitato per tutti i preorder e acquisti digitali fino al 3 marzo, due settimane dopo il lancio."
     

  • 23/04/19 - Mortal Kombat 11 è tra noi, che sia il capitolo migliore di sempre?

    Mk 11

    L'undicesimo capitolo del longevo e violentissimo picchiaduro di NetherRealm Studios è finalmente tra noi per cui eccovi i dettagli estrapolati del Comunicato Stampa Ufficiale:

    L'ultimo titolo della saga di NetherRealm Studios tanto acclamata dalla critica offre l'esperienza di gioco di Mortal Kombat più profonda e personalizzata di sempre. Una nuova storia altamente cinematografica contribuirà al proseguimento dell'epica saga che va avanti oramai da  25 anni!

    Oggi Warner Bros. Interactive Entertainment ha annunciato che Mortal Kombat 11, l'ultimo capitolo del franchise acclamato dalla critica e sviluppato dai pluripremiati NetherRealm Studios, è disponibile per  PlayStation 4, PlayStation 4 Pro, vXbox One, Xbox One X, Nintendo Switch e PC.

    Mortal Kombat 11 prosegue gli eventi di Mortal Kombat X e introduce una narrativa che attraverso l'uso di una distorsione temporale riunirà iconici personaggi provenienti dalle varie ere di Mortal Kombat, oltre a nuovi combattenti, culminando nello scontro generazionale definitivo tra i personaggi attuali e le loro controparti del passato. In Mortal Kombat 11 fa il suo debutto anche l'innovativo Sistema di variazione dei personaggi personalizzabili, che offre ai giocatori opportunità di personalizzazione pressoché infinite, dando vita a un'esperienza più profonda e completa che mai.

    "Dopo più di 25 anni, il franchise di Mortal Kombat è più in forma che mai e continua a migliorare, grazie al talentuoso team di sviluppo e ad una community appassionata" ha dichiarato David Haddad, presidente di Warner Bros. Interactive Entertainment. "Con il rilascio di oggi, il team ha creato l'esperienza di Mortal Kombat più personalizzata di sempre, abbinata ad un gameplay allo stato dell'arte, a celebri personaggi e ad una coinvolgente storia a filmati che farà felici sia i fan di vecchia data che i nuovi giocatori."

    "L'intero team di NetherRealm Studios ha lavorato duramente su Mortal Kombat 11, e non vediamo l'ora di vedere i giocatori di tutto il mondo alle prese con il gioco," ha dichiarato Ed Boon, direttore creativo di NetherRealm Studios. "Mortal Kombat 11 introduce nuovi modi per personalizzare i propri combattenti preferiti, nuove modalità di gioco, nuovissimi personaggi e ovviamente la nuova storia di distorsione temporale che farà impazzire sia i fan della saga che i nuovi giocatori."

    In Mortal Kombat 11, la storia continua dopo la sconfitta del malvagio Dio Anziano Shinnok a opera di Raiden, che ha scatenato l'ira di Kronika, Custode del Tempo, e destabilizzato il suo agognato equilibrio tra bene e male. Per riportare la stabilità nei regni, Kronika ha un'unica opzione: riportare indietro il tempo all'inizio della storia e farla ricominciare. Nella coinvolgente modalità storia, i giocatori vestono i panni di una gran quantità di personaggi di varie ere, passate e presenti, di Mortal Kombat, che devono unire le forze per sconfiggere gli eserciti del Regno Esterno inviati da Shao Khan e risolvere la crisi temporale in atto.

    Mortal Kombat 11 include una vasta selezione di combattenti nuovi e classici, con abilità e fatality uniche. La campionessa dell'UFC, medaglia olimpica e superstar della WWE Ronda Rousey interpreterà Sonya Blade, ma non mancano tutti i personaggi classici più amati dai fan, tra cui Scorpion, Raiden, Sub-Zero, Liu Kang, Kung Lao, Johnny Cage, Cassie Cage, Jax Briggs, Jacqui Briggs, Kitana, Skarlet, Baraka, Kano, D'Vorah, Kabal, Jade, Erron Black, Kotal Kahn, Noob Saibot, Frost e Shao Kahn. A questi si aggiunge una serie di combattenti nuovi per il franchise, come Geras, un potente servitore di Kronika in grado di manipolare il tempo, Cetrion, la Dea Anziana della Virtù e Custode della Vita, e The Kollector, un guerriero corrotto e leale servitore di Shao Kahn.

    Mortal Kombat 11 è pieno zeppo di modalità per tutti i giocatori, tra cui quella delle Torri del Tempo, ispirata ai passati gameplay sviluppati da NetherRealm, che consente ai giocatori di mettere alla prova le proprie abilità tramite appassionanti sfide, fornendo una varietà di combattimenti più ampia che mai. Anche la Kripta ritorna nella misteriosa isola di Shang Tsung, consentendo ai giocatori di esplorare e interagire con l'ambiente in modi totalmente nuovi, sbloccando ricompense da utilizzare nelle altre modalità del gioco.

  • 27/10/2018 - Assassin's Creed riparte dagli albori con: Assassin's Creed Origins

    assassins creed origins

    La saga di Assassin’s Creed è ormai da considerarsi un volto noto del mondo videoludico e, forse proprio per questo motivo, negli ultimi capitoli si cominciava a percepire la necessità di una miscelazione dei suoi elementi interni che potesse fungere da nuovo punto di partenza; questo nuovo inizio è forse da ricondursi proprio all’interno questo Assasin’s Creed Origins.

    Questo gioco sembra infatti funzionare come perfetto punto di raccordo tra la storia passata ed il futuro della saga, riuscendo a miscelare sapientemente elementi storici con altri chiaramente ereditati da differenti grandi giochi già presenti in commercio (a tal proposito i giocatori di The Witcher 3 o The Legend of Zelda: Breath of the Wild non potranno non notare alcune similitudini).

    E, ad essere onesti, l’idea di far ripartire la saga con un capitolo atto a narrarci l’inizio della lunga storia degli Assassinisembra quasi naturale. Vi ritroverete a vivere la storia di Bayek, una storia ricca di emozioni forti e di passioni (sia positive che negative) comuni al’animo umano, un ribollente calderone in grado di generare, con il progredire delle vicende narrate, la famosa confraternita. L’altra faccia della narrazione sarà invece indossata da Layla e dalle vicende che la legheranno all’Animus.Lei è una donna dalla personalità forte e ben definita, un carattere in grado di infondere, almeno in parte, nuova vita ad una componente narrativa che, anno dopo anno, cominciava forse a dimostrare una generale debolezza strutturale ed una forte necessità di rinnovamento.

    ac origins

    L’intreccio delle vicende principali si dimostrerà valido anche grazie ad una cura nella sua scrittura e sceneggiatura encomiabile.Le vicende principali ci concederanno a tratti anche una sequenzialità libera e sotto le nostre preferenze; riuscendo così a concedere al videogiocatore un approccio almeno in parte più personale anche se, a tenere le rediti del tutto ed a limitare questa componente, resterà comunque la forza dei nostri vari nemici. Tuffarsi in uno scontro fuori dalla nostra portata sarà infatti molto spesso semplicemente un suicidio e, per colmare la distanza, dovremo necessariamente dedicarci ad una moltitudine di attività secondarie. Tutti questi elementi secondari sparsi per il vasto mondo di gioco, oltre ad garantirci una crescita nelle capacità di Bayek, ci assicureranno anche un maggior approfondimento delle vicende legate alle varie zone che potremo esplorare, dando ad ognuna di essere un carattere più concreto e dettagliato, utile a diversificare l’esperienza ludica e rendere più credibile ed organico quest’universo.

    Il risultato dell’impegno di Ubisoft Montreal mostrato in questi elementi sembra essere riuscito ad assicurare al titolo la miglior componente open world dell’intera serie e, muoversi tra dune e piramidi, sarà fonte di molte soddisfazioni e suggestioni!

    Questo Antico Egitto è reso in modo encomiabile: una terra che subisce le influenze delle differenti culture che, in queste vicende si scontreranno, un geografia in grado poi di fondersi con una varietà di lande selvagge, in grado di passare agilmente da ampi deserti a monumentali zone montuose transitando al contempo per uno dei delta fluviali più suggestivi e centrali dell’intera storia umana!

    A darci motivo di ulteriore interesse nell’esplorazione ci penserà poi il sistema di loot di armi ed equipaggiamenti (divise per categorie di rarità). Molto spesso infatti se vorremo mettere le mani sugli item più rari (i leggendari o gli eccellenti ad esempio) non avremo altro modo se non quello di lanciarci in perlustrazioni di aree particolari o di tentare il completamento di qualche side quest più ostica. Questo sistema funziona alla perfezione e bene si integra con i pattern comportamentali più complessi dei vari personaggi secondari e con delle missioni opzionali ben realizzate e caratterizzate. La cura riposta infatti in queste componenti è superiore a quanto visto in molti capitoli del passato, contribuendo così a far diventare il tutto un valido elemento ludico ben bilanciato nell’economia generale. Non ci sarà nulla di strano infatti se, dopo aver completato le vicende legate alla storia del titolo, passeremo le ore a cercare di completare quante più attività secondarie possibili; un’innovazione enorme se paragonata ai troppi collezionabili fini a se stessi a cui la storia passata di Assassin’s Creed ci ha abituato.

    assassin s creed origins combat

    Altro elemento ad essere stato rivisto (in meglio per quanto mi riguarda) è il combat system. Da una parte abbiamo un vasto (e variegato) arsenale di armi (tutte impreziosite da moveset differenti per resa delle animazioni e elementi di gameplay), dall’altra il gioco abbandona la classica formula del passato a favore di scontri in cui il tempismo, l’uso di scudi e schivate e l’alternanza di attacchi leggeri (utili per le combo) e pesanti (vantaggiosi per infrangere la guardia avversaria) diventano centrali nell’esecuzione di ogni scontro. Come dicevamo il nuovo approccio all’arte dell’assassinio si mostra meglio realizzato rispetto al passato, purtroppo però a tratti appare ancora un po’ grezzo ma siamo certi che, negli anni, tornerà rifinito e raffinato.

    A voler sottolineare l’importanza di questo cambiamento ci penserà poi lo stesso gioco, mettendoci davanti a situazioni più variabili in cui, molto spesso, non sarà solo lo stealth l’approccio consigliabile. Questa scelta ci consegnerà un gioco meno ripetitivo, con un tasso di sfida più alto e meglio calibrato anche in funzione del palato di ogni videogiocatore.

    I vostri gusti potranno poi indirizzare l’evoluzione di Bayek all’interno di un albero delle abilità che poggia su tre elementi principali: Cacciatore (che primeggia l’approccio stealth e l’uso di armi a gittata), Guerriero (in cui il potenziamento delle capacità legate alle armi da taglio è l’elemento centrale) e Veggente (più orientato su abilità soprannaturali e sull’uso di gingilli di differente natura). Certo, va sottolineato che il gioco è confezionato per scoraggiare chi voglia puntare su un unico approccio ed è quindi consigliabile dare al nostro avatar un po’ di tutto, così da poter primeggiare un una varietà di situazioni più ampie.

    Graficamente il titolo non riesce a strabiliare, mostrando i limiti di un motore grafico che comincia a mostrare la sua età ma, malgrado compenetrazioni, animazioni migliorabili e modelli poligonali non così ricchi troviamo un ottimo lavoro artistico in grado di bilanciare bene i precedenti difetti. Se poi potrete gustarvelo su una Xbox One X vi assicurerete anche la presenza del 4K, un miglioramento totalmente in grado di far passere in secondo piano le imperfezioni presenti (a tal proposito vi ricordiamo che il titolo è disponibile per Pc,  Xbox One e Playstation 4).

    Insomma Assassin’s Creed decide di ripartire dal punto di Origine di tutto e, nel farlo, sembra proprio riesca a consegnarci un titolo valido, in grado di fungere da nuova pietra miliare nello sviluppo futuro dell’intera saga!

    Fabrizio Foirtuna - JeruS

  • Video Speciale E3 2017 - Cominciamo da Microsoft

    L'E3 è una fiera magica per noi videogiocatori.

    Una bolla temporale in cui, per qualche giorno, possiamo immergerci così da restare circondati dalla nostra passione più grande: Il Videogioco.

    In quest'occasione ogni anno gli occhi di milioni di utenti si uniscono, spesso ad orari improbabili, per osservare le conferenze di settore che l'Expo porta nelle nostre case.

    Quest'anno anche noi abbiamo deciso di offrirvi qualcosa di differente. Comincia quindi una serie di Video Speciali con il vostro buon JeruS. Parleremo delle conferenze, le riguarderemo (o guarderemo qual'ora voi non lo abbiate già fatto) un po' insieme, magari parlando proprio delle cose che più, per chi vi scrive sono state interessanti ed emozionanti.

    Sperando che questa nuova idea per "La Rubrica di JeruS" possa piacervi, vi chiediamo anche di approfittate dell'articolo così da farci sapere cosa vi sia piaciuto di più delle varie conferenze!

    Ed ora bando alle ciance, eccovi il primo episiodio:

     Fabrizio Fortuna - JeruS