• 27/03/2018 - Far Cry 5 ci porta in Montata tra gli Edeniti, siete pronti?

    Far Cry 5 Key Art Wide

    La serie di Far Cry è amata da molti, un gioco che ad ogni sua uscita ci propone un mix di elementi nuovi in un’impalcatura ormai notaad ogni suo estimatore: libertà d’azione, ambientazioni interessanti, carisma e divertimento sparso.

    Anche questo Far Cry 5 (disponibile da ieri su Pc, Playstation 4 ed Xbox One) ci proporrà quindi una struttura conosciuta da tempo: dovremo approcciarci al mondo di gioco un pezzo alla volta, riconquistando gradualmente il controllo di una parte della mappa per sottrarre la zona alla violenza ed al controllo del gruppo di cattivi di turno. La terra di cui stiamo parlando sarà però questa volta il Montata ed a ricoprire il ruolo di cattivi ci saranno gli Edeniti, un gruppo armato e pericoloso di fanatici religiosi guidati dalla famiglia Seed. Ci verrà quindi chiesto di agire sul realtà che ci circonda portando a termine varie missioni secondarie ed imparando a conoscere il territorio come le nostre tasche. Come sempre anche questo quinto capitolo si fa quindi portavoce di una tipologia di shooter open world libero sia nell’approccio alle aree di gioco che nella tipologia di gioco che sceglieremo di utilizzare: potremo caricare a testa bassa come muli infuriati o optare per approcci più silenziosi o, perché no, miscelare le due componenti in funzione di voglia e necessità del momento. Il feeling è quindi quello di sempre anche se le opportunità offerte al giocatore risultano proprio essere la naturale evoluzione di ciò che la serie ha presentato nel tempo semplicemente ancora più espanse del passato: miriadi di veicoli, la possibilità di cacciare , pescare, craftare oggetti vari o magari darsi alla vita dello stunt-man portando a compimento alcune attività acrobatiche sono solo alcune delle libagioni che Far Cry 5vi metterà davanti. Queste molteplici possibilità, seppur spesso semplificate in quanto a dinamiche ludiche risultano comunque un piacevole accompagnamento all’attività principale dei nostri eroi: l’assalto agli avamposti nemici. Quello che è sempre stato il cuore pulsante dei Far Cry si ripresenta pressoché identico al passato riuscendo, ancora una volta, ha funzionare e divertire.

    far cry 5 lake fishing

    Ma parlare di Far Cry a dovere vuol dire parlare di collaborazione con chi si unirà alla nostra ribellione, ossia gli altri giocatori o i vari personaggi secondari mossi dalla IA del gioco. A tal proposito, oltre la folta schiera di “semplice carne da macello” che manderete in assalto frontale o userete come generico diversivo ai vostri attacchi, fanno la loro comparsa alcuni personaggi molto particolari dotati di abilità e possibilità uniche. Il gioco potrà essere affrontato infatti con un team composto da un secondo giocatore in carne ed ossa ed uno (o due sbloccando una determinata abilità) guidato dall’ Intelligenza Artificiale; ed è così che il tutto acquista un sapore migliore. Certo portare gli assalti a compimento con il nostro team scelto risulterà decisamente più semplice ma il divertimento che ne deriverà sarà sicuramente bastante a bilanciare positivamente la cosa. Questo anche grazie all’introduzione dei personaggi secondari unici sopracitati che risultano ben costruiti e caratterizzati, dotati di abilità del tutto particolari (giusto per stuzzicare la vostra fantasia sappiate che uno dei compagni potrebbe anche essere un orso) che apriranno il gioco ad una piacevole fase di “studio” del team ideale per lo scontro che dovremo affrontare.

    Certo, come sempre l’IA non è delle migliori e creerà alle volte delle situazioni un po’ paradossali ma, almeno quella dei compagni è stata pensata per non rovinare i vostri assalti stealth (da sempre frutto della massima soddisfazione, almeno per il sottoscritto); purtroppo parlando dell’intelligenza nemica la questione poteva, ed al quinto capitolo forse doveva, essere migliorata perché allo stato attuale tende forse a soffrire troppo dei nostri attacchi silenziosi (per fortuna regge meglio nelle fasi più aggressive anche se non ci troveremo comunque davanti dei fini strateghi).

    far cry 5 gameplay

    L’approccio totalmente aperto dei Far Cry è stato poi riversato sia in termini di evoluzione del personaggio che di narrazione. L’albero dei potenziamenti del personaggio è stato pensato per andare di pari passo con le azioni che compiremo in gioco; ad esempio al raggiungimento di un determinato numero di uccisioni con una specifica arma (o di altro azioni in pieno stile achievement) verremo ricompensati con dei punti da spendere liberamente per sbloccare le abilità che preferiamo. La narrazione invece appare più esplosa del solito, completamente non guidata, facendosi approcciare esattamente secondo il nostro capriccio. Se da una parte questa scelta farà forse perdere parte del fascino del cattivo principale riuscirà a trasmettere proprio la sensazione di “capillarità” della follia degli Edeniti che incontreremo che, ognuno a proprio modo, dimostreranno quante facce possono essere presenti in seno al fanatismo.

    L’aggiunta poi della modalità Arcade ci permette in oltre di avere un valido strumento per le sessioni multiplayer dando ai giocatori un editor potenzialmente interessante per poter strutturare o degli scontri sei giocatori contro sei o delle vere e proprie sessioni di gioco all’interno di un mondo ostile da noi generati con cura e dovizia di particolari.

    far cry arcade

    Dal punto di vista visivo il gioco fa bene il proprio lavoro con un mondo ricco e visivamente piacevole, ben strutturato ed organico, con una buona draw distance (elemento importante nelle sessioni con i veicoli) che bene si sposa alla varietà di ambienti offertaci, peccato per qualche calo di framerate ma, per fortuna, nulla di così frequente o troppo invasivo.

    Anche il comparto audio,pur non sforzandosi particolarmente, funziona a dovere non discostandosi da quanto la serie ci abbia in passato fatto conoscere.Avremo quindi una buona (ma mai memorabile) colonna sonora legata alle stazioni radio dei vari veicoli ed alla riproposizione di un unico brano cantato nelle cut-scene del gioco che riuscirà a sottolineare ulteriormente il legame spirituale folle che unisce i vari membri dell’insana congrega. Oltre alle musiche saranno poi riproposte buone campionatura ambientali, di armi e veicoli. Concludendo nulla di nuovo sotto il fronte tecnico ma un buon lavoro generale come siamo soliti aspettarci dal prodotto Ubisoft.

    Volendo concludere la nostra analisi di questo Far Cry 5 possiamo quindi dire che il brand è tornato ancora una volta sugli scaffali con un buon capitolo in grado di ammaliare con una formula nota ma mai stantia, grazie alla sua libertà quasi assoluta e ad un approccio agli FPS divertente (soprattutto con amici) che torna addirittura potenziato dalle buone idee della modalità Arcade.

    In sostanza ancora una volta stiamo parlando di un Far Cry in tutto e per tutto, non totalmente identico al passato ma più un nuovo passo su una strada tracciata nel tempo che continua, gradualmente, ad evolvere.

    Fabrizio Fortuna - JeruS