24/02/2017: Costruisci il tuo mondo con Lego Worlds

Questo Lego Worlds (disponibile per Playstation 4, Xbox One e PC) infatti adotta la struttura “sandbox” esplorativa/costruttiva che in questi anni ha reso Minecraft un gioco amato da molti. Saremo quindi catapultati in mondi fatti di mattoncini che potremo quindi visitare e rimodellare. Elementi chiave dell’intera esperienza costruita per noi saranno quindi la creatività e l’esplorazione ma, a tal proposito, sottolineo subito che l’intera esperienza sembra essere stata pensata (com’è forse in parte comprensibile) per i costruttori più piccoli.

Una volta definito l’aspetto del nostro personaggio il gioco ci catapulterà in uno dei possibili mondi procedurali (NDR: generati in mondo casuale), tutti composti da coloratissimi mattoncini perfettamente incastrati tra loro. Ci troveremo davanti agli occhi pertanto vari possibili ambienti ricchi di vegetazione, animali, personaggi, veicoli e costruzioni di ogni genere. In tutto questo noi potremo muoverci in totale libertà; tra un salto, una corsa in macchina o, perché no, una cavalcata sulle possenti spalle di un drago!

LEGO Worlds 3Le costruzioni si potranno realizzare mediante l’utilizzo di mattoncini raccolti in giro o ottenuti mediante l’interazione o la distruzione di alcuni elementi dei livelli stessi, una volta ottenute le materie prime necessarie potremo lanciarci nella edificazione di qualsiasi cosa stuzzichi la nostra immaginazione. A tal proposito si potrà procedere in due differenti modi: utilizzare un apposito fucile spara pezzi o procedere con una fabbricazione manuale pezzo per pezzo. L’uso del “mattonoso” fucile ci permetterà di costruire rapidamente ciò che vogliamo selezionando la struttura dai modelli in nostro possesso (“libreria” espandibile mediante la semplice interazione con i vari elementi che costituiscono il mondo di gioco), l’altra modalità risulta essere più classica e ci permetterà sia di partire da zero che di modificare costruzioni già realizzate. Le dinamiche di crafting confluiranno anche nelle possibilità di trasformare il vostro personaggio mediante il giusto costo in mattoncini. Alcuni personaggi saranno poi dotati di caratteristiche uniche; nulla vi impedirà di potervi quindi trasformare in un mago in grado di sparare palle di fuoco, in un vampiro in grado di assumere le svolazzanti sembianze di un pipistrello o in un ibrido dotato di mantello da cavaliere e cappello da safari; le possibilità sono molte ed il limite, come sempre, dipenderà solo dalla vostra fantasia.

Insomma per capire cosa sia questo Lego Worlds non dovete fare altro che immaginare di prendere una confezione a tema degli amati mattoncini (sia essa l’ambiente desertico, medievale, ecc) e realizzare con essi un intero mondo pieno di vita, liberamente esplorabile, smontabile e rimontabile secondo il vostro cruccio; in fin dei conti un sogno di infanzia che ora, per la prima volta, sembra essere davvero alla portata di tutti.

Va in ogni modo ribadito ancora una volta che il gioco sembra essere forse eccessivamente semplice nelle sue dinamiche, nella difficoltà e complessità di gioco indirizzando quindi la sua attenzione ad un pubblico di giovani e giovanissimi, un audience almeno in parte differente da quello che Minecraft è riuscito a raggiungere in questi anni.

E voi? Volete essere dei costruttori?

Fabrizio Fortuna - JeruS