08/08/2017 - Sopravvivere tra i dinosauri con ARK: Survival Evolved

ark survival evolved accesso

Il genere dei Survival Game sembra attirare in questi ultimi anni notevole attenzione. Parte di questo successo è da ricercarsi nella possibilità di inserire in questi contesti una componente multigiocatore online che può arrivare a contare decine di videogiocatori in contemporanea.

Ark: Survival Evolved è un esponente del genere, un Survival Game (NDR: disponibile da tempo in accesso anticipato) che sceglie di farci impersonare un naufrago finito in qualche modo su un’isola molto particolare, ricca di elementi giurassici e di alcune contaminazioni Sci-Fi. Dopo aver quindi personalizzato il nostro avatar ci sveglieremo sull’isola e, in puro stile survival, dovremo capire da soli come cavarcela. In questi primi istanti sarà importante tenere sott’occhio i valori corporei del nostro superstite così da assicurargli una lunga e prospera vita, altro elemento di certo necessario sarà poi quello legato all’aumento del suo livello (questa volta in puro stile GDR). Infatti mentre saremo impegnati a raccogliere risorse utili alla nostra sopravvivenza o a craftare i primi, pratici, strumenti verremo ricompensati da copiosi punti esperienza. Salire di livello vorrà dire migliorare le caratteristiche del nostro personaggio secondo la preferenza del caso ed anche, cosa decisamente vitale per il gioco, sbloccare nuove ricette utili alla realizzazione di nuovi utensili, vestiario o componenti delle strutture. Potremo quindi avere accesso a nuove armi da caccia, a qualcosa da poterci finalmente metterci addosso (perché girare in intimo è troppo da cavernicoli) e cominciare a pensare al nostro primo accampamento (con tanto di capanna in cui ripararci e riposarci).

ARK Survival Evolved PC

Insomma gli elementi del classico Survival Game ci sono tutti, dalla ricerca delle risorse al crafting più o meno complesso passando per la caccia. Come visto in altri esponenti del genere dovremo quindi raccogliere conchiglie, foglie, frutti, abbattere alberi, uccidere animali e recuperare acqua così da poter progredire e, cosa più importante, restare in vita. Sotto questo aspetto ARK si comporta bene e ci spinge ad una sapiente gioco di equilibri tra esplorazione dell’isola, raccolta/caccia delle sue risorse, utilizzo delle stesse per il miglioramento del nostro equipaggiamento, del nostro “avamposto” e delle nostre stesse capacità.

Certo tra un appostamento in pieno stile cacciatore ed una fase di raccolta materiali potremo aspettarci degli incontri con altri giocatori e bisognerà allora stare a guardare e capire bene come la comunity propenda nel tempo verso approcci più o meno collaborativi ma solo il tempo potrà chiarire al cento per cento questo dubbio.

A catturare l’attenzione al momento resta l’ambientazione, ad oggi l’elemento di maggior fascino e di stacco da altri esponenti del genere. Abbiamo quindi la presenza di circa sessanta specie di dinosauri (e affini) che popolano l’isola e che sono in grado di mostrare comportamenti diametralmente opposti qual ora si parli di mansueti erbivori o ben più pericolosi predatori. Questi esseri rappresenteranno per noi non solo del semplice cibo, ARK ci offrirà infatti la possibilità di addomesticarli riuscendo, in tal modo, a dar loro ordini di vario genere o arrivando, addirittura, a trasformarli in valide cavalcature (sappiate anche che una volta addomesticate potranno salire di livello e migliorare nel tempo)!

Ark Survival Evolved anteprima 03

Ma, come dicevamo in apertura di articolo, a stuzzicare la nostra curiosità saranno non solo i mastodontici animali ma anche degli elementi tipici al mondo Sci-Fi come i giganteschi obelischi alieni sparsi per l’ambientazione. Appare chiaro che i segreti di questo mondo non si limiteranno quindi soltanto a ciò che possiamo aspettarci da un’ambientazione classicamente giurassica.

Tutto questo contribuisce a rendere il mondo di ARK: Survival Evolved decisamente affascinante e misterioso soprattutto grazie anche ad una buona resa grafica complessiva (ovviamente non esente da difetti in questa versione Early access) in grado di far sposare un buon utilizzo dell’Unreal Engine 4 con una direzione artistica ispirata e realistica.

Certo, molti sono i dubbi che attendono ancora di essere fugati ma, per ogni amante del genere, questo titolo sembra avere dalla sua di certo una buona dose di fascino e potenziale. Resta solo da attendere ancora qualche giorno per poter mettere le mani sulla sua versione definitiva (la data d’uscita ufficiale è fissata per giorno 08/08/2017 su PC Xbox One e Playstation 4) così da fugare i vari, ragionevoli, dubbi.

 Fabrizio Fortuna - JeruS

EU Cookie Law: Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza di navigazione ed i serivizi offerti al visitatore. I cookie ed il loro utilizzo sono accettati automaticamente se scegli di continuare a navigare questo sito.