06/03/2018 - Il Tourist Trophy rivive con TT Isle of Man: Ride on the Edge

TT Isle of Man Ride on the Edge immagine PC PS4 Xbox One 03

Il Tourist Trophy (abbreviato comunemente in TT) è una corsa motociclistica tra le più pericolose al mondo. Si disputa solitamente ad inizio giugno sul circuito stradale dello Snaefell Mountain Course. Quasi 61 Km di circuito che si snodano tra case, marciapiedi, muretti, pali della luce ed alberi. Per darvi una stima della pericolosità vi basti sapere che fin dalla sua istituzione (nel lontano 1907) ad oggi il numero di incidenti mortali di questa gara ha superato i 250!

Ovviamente una gara del genere non può non stuzzicare le fantasia di software house varie e proprio tra pochi giorni (il 6 marzo per l’esattezza) potremo mettere le mani su un nuovo gioco ispirato al Tourist Trophy TT Isle of Man: Ride on the Edge.

Per cercare di restituire al meglio le sensazioni di questa pericolosissima gara i ragazzi di Kylotonn e di Big Ben Interactive hanno basato il loro lavoro sul laser scan dell’intero tracciato. Quest’operazione ha permesso di rendere al meglio ogni singolo avvallamento del terreno, ogni irregolarità del manto stradale, rendendo quindi al meglio la possibilità di percepire il circuito come vero. Ovviamente per evitare i rischi di frustrazione che un circuito così complesso potrebbe suscitare ciò che i giocatori si troveranno tra le mani non sarà un gioco simulativo ma volare giù dalla propria moto per fare una bruttissima caduta sarà comunque una costante reale (NDR: sappiate comunque che potrete settare buona parte delle opzioni di gioco così da tarare la complessità ed il fattore simulazione secondo i vostri gusti).

Il sistema di gioco risulterà comunque a suo modo brusco costringendovi ad una guida mai lineare e morbida ma spesso fatta di cambi di velocità netti e tagli di curve brutali, unite a questo una sensazione di velocità ottimale per capire come il tutto riesca a restituire al meglio la sensazione di dover domare sia il vostra bolide che, soprattutto, il circuito su cui state gareggiando (e se tanto non vi bastasse potrete comunque provate ad impostare la stupenda visuale in prima persona).

Iil gioco ci proporrà uno spezzettamento del lungo circuito all’interno di varie sezioni (un adattamento necessario in termini di fruibilità) e ad esso si aggiungeranno anche altri nove circuiti di fantasia ispirati al Tourist Trophy.

TT Jamie Coward Bike

Dal punto di vista tecnico questo TT Isle of Man: Ride on the Edge ci consegna dei tracciati davvero bellissimi con un sistema di illuminazione estremamente suggestivo che saprà essere molto importante nella percezione del percorso (il cambio di illuminazione tra le tre fasi del giorno selezionabili cambierà radicalmente l’aspetto della strada e la percezione dei vari ostacoli come anche delle forme del manto stradale), si unisce al bagaglio positivo anche un’ottima resa dei modelli delle moto. Peccato non possa dirsi lo stesso per la realizzazione dei piloti che appare poco realistica e spesso accompagnata da un lavoro sulle animazioni non superlativo, a questo si affianca un frame rate alle volte ballerino ed una gestione degli impatti da migliorare, aspetti che però potrebbero essere migliorati nella versione finale del titolo che troverete sugli scaffali (o almeno questa è la nostra speranza).

Malgrado quindi qualche piccolo punto da risistemare questo TT Isle of Man potrebbe risultare un titolo vincente. Se amate i giochi di corse e non vedete l’ora di cimentarvi in gare ben più pericolose dai classici circuiti non vi resta che aspettare qualche giorno per le versioni Playstation 4 ed Xbox One (per quella Pc ci sarà da aspettare ancora quasi un mesetto).

 

Fabrizio Fortuna - JeruS