22/06/2018 - E' tempo di tennis con: Mario Tennis Aces

Mario Tennis Aces

Spesso può capitare di sentire, prevalentemente da parte dei “non fan”, lamentele per lo sfruttamento eccessivo da parte di Nintendo del brand e dell’universo di Super Mario; se ci si sofferma su una rapida verifica dei giochi usciti negli anni il discorso potrebbe sembrare anche realistico. Tra i vari capitoli principali (già di per se prolifici), le differenti declinazioni in salsa action-gdr, i Mario Kart, i Mario Party e le valanghe di sportivi “Marieschi” (Mario Striker, Mario Golf, Mario Tennis, ecc) non potremmo di certo dire che la grande N non sappia utilizzare i propri personaggi più famosi e si, si potrebbe quasi parlare di un sovra sfruttamento … sennonché … sennonché questi giochi spesso risultino essere ben congeniati e strutturati. Personalmente ho sempre apprezzato le varie incarnazioni dell’universo legato al brand di Super Mario proprio perché molti di essi (“non tutte le ciambelle riescono col buco”) riuscivano ad essere in ugual misura “caciaroni” e profondi. Il discorso si fa particolarmente interessante se ci si sofferma sugli sportivi del gruppo. Se seguite questa rubrica da un po’ dovreste sapere che non ho mai nascosto la mia poca passione per il genere sportivo ma il discorso risulta essere completamente differente se mi viene offerto uno sportivo arcade, come questo Mario Tennis Aces appunto.

Certo il rischio principale con questa tipologia di videogiochi è che il bilanciamento tra la componente arcade e quella tecnica non venga svolto a dovere e che, quindi, ci venga offerto un gioco in grado di divertire con una manciata di amici ma che, alla lunga, risulti inevitabilmente piatto e per nulla profondo.

Oggi parleremo un po’ di quest’ultimo capitolo di Mario Tennis proprio per cercare di vedere se è in grado di superare il suddetto potenziale limite ed, al contempo, cercheremo di far capire a voi tutti quali siano le caratteristiche più interessanti ed i limiti più evidenti di quest’ultimo capitolo tennistico.

Partiamo quindi dal rispondere al quesito più importante: si, i ragazzi di Camelot sono stati in grado di offrirci un gioco ottimamente bilanciato in tutte le sue componenti interne, un titolo in gradi di essere alla portata di tutti ma, al contempo profondo e complesso, magari anche in grado di aprirsi al settore competitivo (ma questo solo il tempo potrà confermarlo o smentirlo).

mario tennis aces piranha plant court

Per capire di cosa stiamo parlando eccovi un piccolo focus relativo ai colpi che, racchetta alla mano, potremo eseguire; di base il gioco prevede un totale di 5 colpi base a cui si aggiungono varie tecniche speciali.

I colpi base a vostra disposizione saranno quindi:

Top Spin: Il colpo base del gioco in cui la palla tende a rimbalzare maggiormente

- Colpo piatto: un rapido colpo utile ad aumenta la velocità della palla, estremamente utile nelle partite in doppio per il giocatore che sta sotto rete

- Slice: classico colpo dotato di leggero effetto in grado di spiazzare gli avversari con traiettorie differenti da quelle attese

Smorzata: un colpo che rallenta notevolmente la palla accorciandone conseguentemente il rimbalzo così da costringere l’avversario sotto rete

Pallonetto: palla alta e lenta caratterizzata da una parabola ampia indirizzata alla parte più posteriore della zona avversaria

Questi colpi possono essere eseguiti mediante la pressione di un singolo tasto o, tenendo premuto il pulsante, nella variante Colpo caricato (che vi rallenterà ma aumenterà la forza del tiro ed al contempo caricherà la barra di energia utile ad eseguire i Colpi speciali) o con un doppio click (non possibile per la smorzata ed il pallonetto) in versione Colpo potente (in questo caso il colpo sarà molto forte ma non potrete accumulare energia con esso).

Completano il ventaglio di possibilità le Tecniche speciali che richiederanno quasi tutte uno spreco di energia accumulata per essere eseguite:

- Colpo tecnico (non richiede l’uso di energia): un movimento rapido che vi permette ti raggiungere una palla molto lontana da voi

- Velocità intensa: altra tecnica difensiva che vi permette di rallentare il tempo (al costo dell’energia accumulata) e di raggiungere così una palla molto lontana o rapida

- Colpo Intenso: utilizzabile solo in determinate risposte ai tiri avversari (comparirà una stella nel punto di arrivo della palla a segnalare la possibilità di risposta mediante un Colpo intenso) vi permetterà di eseguire un colpo molto forte scegliendo anche il punto di impatto dello stesso (ovviamente al costo di parte dell’energia accumulata)

- Colpo Speciale: il più forte dei tiri speciali, può essere attivato solo la barra energetica è completamente carica e vi permette di far partire un’animazione molto divertente (ogni personaggio avrà la sua) e conseguentemente di sferrare un micidiale colpo inarrestabile (anche in grado di rompere la racchetta avversaria!) nel punto che preferirete (come per il precedente colpo intenso ) senza la necessità di una zona stella su campo).

Ad accompagnare i tecnicismi di sorta ci saranno un totale di sedici personaggi (tutti disponibili dalla prima accensione ma altri ne arriveranno nei prossimi mesi a titolo totalmente gratuito) in grado di dare la soluzione ideale per ogni stile di gioco. Ogni giocatore riuscirà con certezza a trovare il proprio alter ego tra personaggi dotati di tiri e movenze particolari, giocatori bilanciati, altri votati alla difesa o all’offesa, alla velocità.

Ad aggiungere un pizzico di “mariosità” al tutto ci penseranno poi i vari campi da gioco contraddistinti da caratteristiche proprie sia in termini di rimbalzo delle palle da tennis ma anche in termini di variabili “disturbanti” su campo (tra piante carnivore, alberi maestri, specchi che riflettono i colpi, ecc).

Insomma dovrebbe essere ormai chiaro che in termini di bilanciamento questo Mario Tennis Aces riesca a comportarsi ottimamente offrendoci un capitolo della saga ben calibrato, bilanciato ed adatto ad ogni tipo di videogiocatore.

In termini di offerta ludica si poteva forse fare di più (si sente soprattutto l’assenza di personaggi sbloccabili in game) anche se, una volta inserita la cartuccia da gioco, potrete cimentarvi in due modalità per il singolo giocatore, Avventura (un vero e proprio story mode che strizzerà decisamente l’occhio all’ultimo colossal Marvel legato alle gemme dell’infinito) e Torneo (un totale di tre tornei ad eliminazione diretta per otto partecipanti), a cui si aggiungono poi le due modalità multigiocatore, la Multigiocatore (in locale o online) e la Modalità swing (vicina spiritualmente al vecchio Wii Sport tennis).

Tutte le modalità appaiono ben congeniate anche se non ci si può sentire spiazzati dal poco 

avventure

impegno dimostrato da Nintendo all’interno delle stesse nel cercare di rendere l’esperienza il più aperta possibile (perché ad esempio non ci si possa cimentare all’interno di un torneo insieme ad un amico appare proprio un mistero…) come anche la pochezza contenutistica legata ai contenuti sbloccabili (allo stato attuale si parla solo di una panciata di cambi sbloccabili all’interno della modalità Avventura… mi chiedo perché non riutilizzare la trovata delle differenti racchette anche all’interno delle altre modalità ad esempio?). Magari in casa Nintendo hanno intenzione di aumentare l’offerta ludica attraverso l’arrivo di futuri aggiornamenti, visto che anche per i personaggi ancora non uniti al roster è certo che assisteremo ad un simile trattamento.. ai posteri l’ardua sentenza insomma!

A questo punto dovreste comunque avere le idee più chiare sulle potenzialità del titolo e sull’eventuale acquisto dello stesso, oltre questo ho solo un’altra cosa da dirvi: Io e Waluigi vi aspettiamo racchetta alla mano online!

Fabrizio Fortuna - JeruS

EU Cookie Law: Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza di navigazione ed i serivizi offerti al visitatore. I cookie ed il loro utilizzo sono accettati automaticamente se scegli di continuare a navigare questo sito.